Una delle cose più pregevoli dell’editoria digitale è la persistenza nel tempo.

Non parlo della “durata” di un ebook, che comunque non ha una data di scadenza, semmai al massimo una ricarica di batteria per l’e-reader da effettuare di tanto in tanto. Mi riferisco piuttosto alla possibilità, finora poco sfruttata dagli editori italiani, di riproporre titoli da molto tempo usciti dai loro cataloghi cartacei.

Si tratta di strategie a basso costo e a basso rischio d’impresa, che possono portare un bel po’ di introiti extra agli editori, e molta gioia ai lettori.

Tutto questo preambolo serve per annunciarvi che in questo quinto appuntamento con Segnali da Plutonia vi parlerò di un ebook fantasy pubblicato qualche tempo fa, passato forse un po’ in sordina, eppure validissimo. Così come Masche, il giallo-horror di Fabrizio Borgio, che merita nuova visibilità.

A completare l’articolo, una nuova segnalazione riguardante Risorgimento di Tenebra.

Buona lettura!

~

Pazuzu di Yon Kasarai

92 pagine, 4,99 euro

Disponibile su Amazon

“In un tempo lontano, nel desertico regno di Hassan I Sabbah, domina lo spietato e inguardabile tiranno di Hakim, che terrorizza dall’alto del suo castello la pacifica gente delle dune. Un illusorio e precario equilibrio di paura e sottomissione, di colpo infranto dall’arrivo della Madre dell’Oscurità, la cui tenebra dilagante può significare la fine di ogni forma di vita: un potere smisurato e invincibile che l’ambizioso mago Hakim è in grado di sfruttare per i suoi occulti scopi. Ma contro tanta e perversa alleanza ecco levarsi la più impensabile delle alleanze: una giovane sciamana cieca, i minuscoli e timidi Figli delle Stelle e gli improvvisati guerrieri delle sabbie. Una tenzone senza storia fino a quando, dalle viscere della terra, non emerge la creatura più gigantesca e spaventosa dell’universo. L’immenso drago volante di cui nessuno osa pronunciare il nome...”

In questa inconsueta incursione fantasy del suo percorso narrativo, Danilo Arona - sotto lo pseudonimo di Yon Kasarai - offre un inedito punto di osservazione del suo immaginario fantastico. Oltre a collegarsi in modo diretto a un caposaldo dell’horror quale è L’Esorcista di William Peter Blatty (tra l’altro richiamato nelle pagine finali), il libro descrive la genesi mitica di due terribili personaggi femminili che hanno occupato le pagine di Black Magic Woman e Cronache di Bassavilla, ovvero la Madre dell’Oscurità e il “fantasma delle strade”, di nome Melissa. Personaggio, quest’ultimo, che Arona ha poi ripreso e sviluppato in altri contesti.

Il tutto si svolge in una cornice al contempo fiabesca e spaventosa quale è il deserto mediorientale, regno dei djinn e dei demoni del vento.

Il respiro del diavolo

Delitti e nebbie per Silkstone l’anatomista

Lucius Etruscus, 15/03/2016

Dietro le quinte: Marilù Oliva

Marilù Oliva ci parla di sé e della sua vita nella rubrica di Mauro Smocovich che svela cosa fanno i creatori di...

Redazione, 4/12/2013

Gialli Mondadori di marzo

Due nuove grandi proposte dalla serie da edicola più longeva d’Italia. Questo mese, il Giallo Mondadori recupera...

Lucius Etruscus, 7/03/2013