In un precedente articolo abbiamo parlato del Pit Fighter, sottogenere marziale in cui il protagonista si ritrova per vari motivi a combattere illegalmente nei peggiori posti della città, rischiando spesso la vita: all’interno dello speciale sulle Martial Girls non si può quindi non parlare del Pink Fighter, cioè la versione femminile di quanto descritto sopra.

Nel 1989 il regista David Worth infiamma i fan del genere dirigendo “Kickboxer - Il nuovo guerriero”: il successo della pellicola lo spinge a ripetere l’operazione con un film che in alcune parti ha più di un debito con il precedente. Stiamo parlando di “Lady Dragon”, solo una delle molte pellicole che nel 1992 vedono protagonista Cynthia Rothrock, da poco sbarcata nella cinematografia USA dopo l’esperienza di Hong Kong.

Oltre a ritrarre una “donna tosta”, il film ha anche il pregio di sdoganare il genere Pink Fighter (nome che, va specificato, abbiamo inventato appositamente per questa rubrica e che non è attestato altrove!). La pellicola infatti si apre con Cynthia che partecipa ad un incontro clandestino organizzato da un bieco affarista: affronta un omaccione e con le tecniche di gamba che l’hanno resa celebre lo stende in un attimo.

Io & Bond [16] Vendetta privata

A tanti anni di distanza il film è ancora gradevole, pieno di ritmo e, soprattutto nella prima parte, estremamente...

Stefano Di Marino, 5/12/2012

72. Dragon Eyes

Una nuova promessa del cinema marziale presenta ai fan i suoi “occhi di drago”, e viene introdotto da un...

Lucius Etruscus, 29/05/2012

ZEN La “vendetta” al cinema

La “vendetta” al cinema

Da "V for Vendetta" alla trilogia di Park Chan-Wook

Novelli&Zarini, 5/09/2011