Nel precedente articolo di questa rubrica abbiamo incontrato “La svastica sul sole”, romanzo di fantascienza ucronica di Philip K. Dick che racconta cosa sarebbe successo se la Seconda guerra mondiale fosse stata vinta da tedeschi e giapponesi. La narrazione però avviene a giochi fatti, quando cioè la guerra è finita: cosa succederebbe se un libro del genere, che racconti cioè gli sviluppi di una guerra futura, venisse letto... prima che quella guerra anche solo si prospetti? Un’eventualità del genere è ovviamente impossibile, ed è quindi un lavoro per... un cacciatore dell’impossibile!

Nel 1997 la collana Crimini&Delitti delle Edizioni EL dà alla luce “Cacciatore dell’impossibile”, la prima avventura del personaggio seriale creato da Andrea Carlo Cappi. Il protagonista è il Cacciatore di Libri che si ritroverà in molti altri racconti dello stesso autore, ma in questa sua prima avventura è ancora un normalissimo liceale ignaro del proprio futuro. Quando un giorno un professore del suo liceo gli infila di nascosto un libro nello zaino, per poi morire colpito da un “ombrello bulgaro” (che nasconde un proiettile avvelenato), il futuro del protagonista prende una piega del tutto imprevista: è il suo primo contatto non solo con un complotto internazionale, ma addirittura con un libro... che viene dal futuro!

«Non capivo cosa fosse, né da dove arrivasse. All’esterno aveva l’apparenza di un quaderno dalla copertina uniformemente azzurra, senza titolo, mentre all’interno sembrava l’ultimo capitolo di un libro, rilegato autonomamente. Nella prima pagina erano riportati autore e titolo: Anatoli Kaminsky, Storia del XX secolo. Nel frontespizio si leggeva invece: “Capitolo XXXI: Gli anni Ottanta e la liberazione dell’Europa occidentale”.»

Alessandro Cacciatore (questo il nome posticcio inventato dal protagonista lì per lì) si trova quindi per le mani un libro stranissimo: l’azione si svolge nel 1981, eppure il libro racconta con dovizia di particolari avvenimenti che svolgeranno non solo durante quel decennio, ma addirittura negli anni ’90: com’è possibile? Inoltre si parla della caduta dell’Europa sotto un regime dittatoriale per nulla invidiabile: «Nemmeno un George Orwell con la gastrite sarebbe riuscito a concepire uno scenario così pessimista.»

Le vicende rocambolesche del romanzo breve porteranno il protagonista a vivere avventure incredibili e stupefacenti: «Non capivo più niente. Avevo cominciato col trovarmi coinvolto in un giallo, poi ero stato sbalzato in piena fantascienza e adesso mi ritrovavo in mezzo a una storia di spionaggio.» Agenti del KGB, infatti, sono disposti a tutto per mettere le mani sul libro di Kaminsky, ma rimane il mistero: com’è possibile l’esistenza di un libro che racconti eventi futuri come già avvenuti?

«Ho letto una storia simile in un romanzo di Dick», è il commento del protagonista, ma stavolta non c’entra né la fantascienza né l’ucronia. “Storia del XX secolo” altro non è che materiale propagandistico preparato ad hoc da storici sovietici che, in attesa di un’offensiva su larga scala, stanno preparando già i “libri di storia scritti dai vincitori” per risparmiare tempo in seguito. Questo però non rende il libro meno pericoloso, e nelle sue roboanti e divertentissime avventure, Alessandro dovrà farsi aiutare anche da un suo amico poco pacifico: «Valentino portò la mano alla tasca dei pantaloni e ne estrasse un piccolo coltello, che aprì silenziosamente. Il suo sangue freddo era ammirevole, ma cominciavo a chiedermi quali fossero i suoi passatempi fuori dall’orario scolastico.» Si tratta del personaggio del “killer letterario” protagonista del racconto “Tutti i diritti riservati” di Matteo Curtoni (che abbiamo incontrato in un precedente numero di questa rubrica, nel quarto speciale dedicato agli pseudobiblia in giallo), prestato a Cappi in un delizioso gioco letterario.

 

83. Il mercante di libri maledetti

Un cacciatore di libri medievale ci guida alla ricerca di uno pseudobiblion davvero pericoloso: l’Uter Ventorum

Lucius Etruscus, 10/09/2011

Florinas in Giallo

Festival del Giallo a Florinas, Sassari. A cura di Tecla Dozio

Redazione, 2/11/2010

Anime Nere (Reloaded) raccontano

Tornano le Anime Nere “evocate” da Alan D. Altieri. E tornano alla grande

Fabio Novel, 7/07/2008