La produzione di film horror asiatici è sempre stata vivace e prolifica, anche se in gran parte inedita nel nostro Paese (o di difficile reperibilità). In questo periodo il cinema asiatico sta producendo titoli dichiaratamente horror (se non addirittura splatter) ma che inseriscono anche una forte dose di arti marziali. Tecnicamente non sono proprio dei gongfupian, in quanto i combattimenti a mani nude sono ridotti al minimo (se non proprio assenti), ma la forte “marzialità” di questi film (tecniche di spada, soprattutto) merita che li si citi, nella speranza che un giorno conoscano anche una distribuzione italiana: rimangono tuttora, infatti, disponibili solo tramite siti di vendita on line in varie lingue, comprese quelle europee. Ecco alcuni titoli recentissimi.

Chanbara Beauty” (Oneechanbara) è un film diretto da Yōhei Fukuda del 2008 e tratto dal videogioco omonimo (The One Chanbara in inglese). Gli appassionati sanno che la parola “chanbara” è un termine onomatopeico giapponese che indica il rumore emesso da due spade che si incrociano combattendo, e per estensione è divenuto il termine con cui si indicano i film nipponici dove i protagonisti (di solito samurai) combattono a suon di katana.

Draghi per sempre

Il 20 luglio ricorrono i 40 anni dalla morte di Bruce Lee. Il Piccolo Drago è ancora vivo? Io credo di sì e con...

Stefano Di Marino, 13/05/2013

50. Gazzetta Marziale 31. Lucky Stars 2

Seconda avventura delle “stelle fortunate”: un film comico forse datato ma immancabile per ogni collezionista,...

Lucius Etruscus, 16/10/2010

44. Gazzetta Marziale 25. C'era una terza volta in Cina

Da ieri in edicola il film che chiude la trilogia dedicata al celebre Wong Fei-hung e interpretata da Jet Li (che...

Lucius Etruscus, 4/09/2010