Dopo una rapida e inesorabile malattia, Antonio Bruschini, che era nato nel 1956, è morto in un ospedale fiorentino il 30 maggio scorso. Bruschini è stato critico cinematografico, sceneggiatore e docente di sceneggiatura cinematografica.

Importanti e numerosi gli studi (scritti insieme ad amici come Stefano Piselli, Riccardo Morrocchi, Antonio Tentori, Federico De Zigno) dedicati al Cinema horror italiano e al Western all'italiana. Fra i titoli: Profonde tenebre (1992), Malizie perverse (1993), Mondi incredibili (1994), Horror all'italiana 1957-1979 (1996), Western all'italiana. The specialists (1998), Western all'italiana. The wild, the sadist and the outsiders (2001), Western all'italiana. 100 more must-see movies (2006), 1970's italian sexi horror. Weirdly erotic terror movies from “cineromanzi” (2007), Wild west gals. The classics, the bis, the nudies and the W.A.I. (2008), Cinefumetto. Nerosexi fantastique, western saderotik. Estetica pop italiana 1960-1973 (2008), Giallo & thrilling all'italiana 1931-1983 (2010), Guida al cinema giallo e thriller. Made in Italy (2010), Italia a mano armata. Guida al cinema poliziesco italiano (2010), Lucio Fulci. Poetry and cruelty in the movies (2010).

Ecco un ricordo dell'amico Giacomo Aloigi, musicista, avvocato e autore di thriller:

"Antonio Bruschini ci ha lasciato il 30 maggio scorso, stroncato da una malattia che in pochi mesi non gli ha lasciato scampo. Se ne va con lui prima di tutto un amico con il quale ho condiviso la comune passione per il cinema di genere, quello che spesso troppo semplicisticamente viene etichettato come cinema di serie “B” o, peggio ancora, “trash”.

Un detective a Madrid

Diamo la parola ad Antonio Via, insegnante di italiano e saggista appassionato di noir, per parlarci del personaggio...

Antonio Via, 18/02/2014

Romanzo mafioso

Arriva al secondo episodio il romanzo a puntate di Vito Bruschini per gli “OriginalS” di Newton Compton

Lucius Etruscus, 12/12/2013

Vindice Lecis e il detective di Partito

Giornalista del gruppo L'Espresso, è il creatore la figura di Antonio Sanna, funzionario dell'Ufficio Quadri del...

Daniele Cambiaso, 17/10/2011