Leonardo Gori nasce a Firenze il 1 Gennaio 1957. Laureato in Farmacia, da quando ha imparato a leggere su Topolino non ha mai cessato di occuparsi di Narrativa Grafica. Il suo romanzo d'esordio, Nero di Maggio per la casa editrice Hobby & Work, è dell'anno 2000. A gennaio 2002 è uscito, sempre per la Hobby & Work, il suo secondo romanzo, I Delitti del Mondo Nuovo, un thriller ambientato nella Toscana del 1776, all'alba dell'era delle rivoluzioni. Il suo terzo romanzo, Il passaggio invece, è uscito sempre per la stessa Casa Editrice il 18 gennaio 2002, mentre la terza inchiesta del Capitano Arcieri, La finale, è uscita in libreria il 15 ottobre 2003. Grande persona, dotato di una disponibilità comune a pochi autori, ha voluto farmi il piacere di rispondere ad alcune domande che gli ho posto. Quindi senza rubagli altro tempo lascio a lui la parola.

Si può presentare? Chi è Leonardo Gori?

Nato a Firenze 47 anni fa, Leonardo Gori cerca, con onestà, di fare lo scrittore. Ha pubblicato cinque romanzi: Nero di maggio, I delitti del Mondo Nuovo, Il passaggio, La finale e Lo specchio nero, quest'ultimo in tandem con Franco Cardini. Ha partecipato anche a varie antologie, fra cui Faccetta Nera, in uscita per Sonzogno a fine 2004. A parte il secondo libro, un thriller storico ambientato in Toscana alla fine del Settecento, nei suoi "romanzi di tensione" il protagonista è un capitano dei Carabinieri, Bruno Arcieri, che agisce fra gli anni Trenta e la fine della Seconda Guerra Mondiale.

Dalla critica fumettistica alle pagine culturali de "La Nazione" fino a romanzi storici. Cosa l'ha spinta a cimentarsi con campi dello scrivere così diversi?

La grande passione per gli argomenti trattati e il bisogno insopprimibile di scrivere.

La finale

La finale

Elio Marracci, 13/04/2021

Lo specchio nero

Lo specchio nero

Fabio Lotti, 27/10/2015

Lo specchio nero

Lo specchio nero

Fernando Fazzari, 23/09/2015