Il golem è la materia grezza, l'embrione, un’entità plasmabile e potente, in paziente attesa di un'anima. La leggenda vuole che per formare un golem occorrano l’uomo, il mondo e l'’anno, ovvero i testimoni completi in grado di dare la vita alla materia.

Golem Edizioni nasce come estensione ideologica dell'omonima libreria, aperta nel 2011 da Giancarlo Caselli, psicologo e oggi direttore editoriale, e concepita come luogo di incontro di pensieri, libri, autori e studenti, uno spazio di dialogo e confronto, mantenuto vivo negli anni e supportato dall'’intenzione di divenire, con il tempo, qualcosa di più. Come per il golem, l'uomo, il mondo e l’anno rappresentano gli input che danno vita alle tre collane della casa editrice, nell'intenzione di accogliere generi e riflessioni eterogenei, ma sempre rifiutando di ridurre la realtà a ripartizioni nette e vuote classificazioni.

Mondo, dedicata alla narrativa

Uomo, dedicata a psicologia, antropologia e saggistica

Anno, dedicata a iniziative editoriali speciali

Nell'ambito della collana Mondo, tre titoli, di cui uno già in libreria, attirano l'attenzione di chi ama la narrativa di tensione. Vediamoli.

"Non dire" di Massimo Nepote Andrè:

Un'antica pergamena nascosta da secoli ricompare in una Torino in evoluzione dopo l’'esperienza olimpica scatenando una spirale di violenza e delitti. Un'organizzazione segreta è costretta ad affrontare la sua prima vera crisi dopo settecento anni. Un ricercatore americano, una giovane studiosa canadese, un archeologo dilettante, una ragazza della “Torino bene” e un religioso sui generis si trovano coinvolti in una corsa contro il tempo per scongiurare un pericolo mortale per il genere umano. Tra Torino e la Val di Susa, Parigi e Mont Saint-Michel è un susseguirsi di avvenimenti che alternando speranze e delusioni generano la consapevolezza che la soluzione va cercata altrove: dove tutto ha avuto inizio.

Un romanzo epico, un thriller teso e avvincente che trova la sua centralità nell’Uomo e nei suoi demoni.

Massimo Nepote Andrè, "Non dire", pag. 552, € 19,50

ISBN 978-88-98771-00-4

Nelle prossime settimane altri due titoli andranno ad arricchire la collana.

Il 28 gennaio uscirà "Il mare odia gli spigoli" di Marco G. Dibenedetto.

Un omosessuale viene ucciso brutalmente, così come altri quattro ragazzi prima di lui. Sulla scena dell'ultimo delitto viene trovato un ciondolo con una scritta VAE VICTIS:

Cosa vuol dire?

Chi sono i vinti?

E i vincitori?

Il mistero si infittisce e così tra balordi di poco conto, night club frequentati da insospettabili professionisti ed entraineuses mozzafiato l’indagine si snoda attraverso colpi di scena e capovolgimenti di prospettiva dando la possibilità di osservare da punti di vista differenti.

Così come le precedenti, la terza indagine dell'ispettore Rubatto si svolge a TORINO, nelle zone a lui più familiari: il parco del Valentino e San Salvario.

Marco Donna

Intervista all'autore del nuovo episodio della serie "Dream Force"

Lucius Etruscus, 22/05/2015

Sulle tracce dell'autore... un incontro

Volete divertirvi e misurare le vostre conoscenze nel campo della letteratura di "genere"? Allora questa antologia...

Redazione, 1/07/2014

Io & Bond 17: GoldenEye

Consueto appuntamento con la rubrica di Stefano Di Marino, “Colpo in Canna”, in cui il celebre autore ripercorre...

Lucius Etruscus, 12/12/2012