La storica testata Diabolik si rinnova con l’inizio del 2014 e presenta alcune novità nella grafica, mentre si conferma la presenza fissa di Matteo Buffagni alla cura delle copertine.

Classe 1984, proveniente dalla Scuola Internazionale del Fumetto di Firenze ed ora insegnante di Anatomia Dinamica in quella di Reggio Emilia, Buffagni dal 2011 collabora anche con la Marvel per cui ha curato svariati numeri della serie “Dark Wolverine”.

Lo abbiamo incontrato per parlare di questa sua esperienza diaboliKa.

     

Cominciamo con una domanda a bruciapelo: cosa si prova a curare le copertine di un personaggio storico come Diabolik?

Da grandi opere derivano grandi responsabilità!

In realtà la prima sensazione che ho avuto è quella che si prova davanti ad un avvenimento fuori dalla propria portata: un misto di timore e incredulità... e forse a dirla tutta non me ne sono ancora reso conto.

Detto questo, sono chiaramente entusiasta della notizia e farò il possibile perché LUI* non rimanga deluso.

(*alias il direttore Mario Gomboli)

     

La tua gavetta è stata lunga: vuoi parlarci delle tue “origini” artistiche?

Se per gavetta vogliamo intendere la mia passione per il disegno devo ammettere che risale ai miei primi passi, ma se parliamo di quella lavorativa vera a propria penso di potermi definire un privilegiato, dato che all’istituto artistico e alla Scuola Internazionale di Comics è seguito subito un periodo di collaborazione nello studio di Giuseppe Palumbo in quasi concomitanza con l’inizio della mia prima e unica opera francese [Vestiges, Clair de Lune 2010]; da lì, in meno di due anni, ho iniziato a collaborare con Marvel e Astorina, il resto lo sapete già.

     

Sappiamo che hai disegnato un personaggio Marvel estremo come Daken, il figlio di Wolverine: cosa puoi raccontarci di questa esperienza?

Diabolik i numeri 1

Questo libro sarà pubblicato anche in versione limitata e conterrà un vasto apparato critico, a firma di numerose...

Elio Marracci, 27/07/2015

Altea compie 50 anni

Dopo Diabolik ed Eva Kant, è il momento di festeggiare un altro cinquantenario in casa Astorina

Lucius Etruscus, 23/09/2014

Diabolik MIfest

Due mostre in cui saranno esposte “chicche” davvero imperdibili come i gioielli in acciaio ispirati a...

Redazione, 30/06/2014