Garzanti

Brunonia Barry, La lettrice bugiarda, pagg. 390,  euro 18,60

collana Narratori Moderni

È estate e l’oceano ruggisce le sue onde sulla città di Salem. Towner Whitney è tornata dove tutto è cominciato. Il tempo pare essersi fermato. La grande casa segnata dalla salsedine è avvolta dal silenzio. Eppure a Towner sembra ancora di vedere Lindley, la sua gemella mentre, con lei, ride e legge il futuro secondo un’antica arte trasmessa di madre in figlia tra le strane donne della famiglia Whitney.

Towner era fuggita da tutto ciò, prigioniera del senso di colpa e della follia. Perché l'ultima volta che aveva previsto il futuro, Lindley era morta. Sono passati quindici anni. Ma la scomparsa dell’amata zia Eva, la donna che l’ha allevata, la costringe a fare ritorno, a ripercorrere quella strada troppe volte dimenticata. Per trovarla, Towner non ha altra scelta: deve affrontare il segreto che la lega indissolubilmente a Lindley. Un segreto che affonda le radici in un passato inconfessabile che molti, nel clan Whitney e nella chiusa comunità di Salem, hanno cercato di rimuovere. Dalla madre di Towner, May, una donna dura e solitaria, che vive su un’isola sperduta, alla fragile Emma, marchiata da una ferita indelebile, alle eclettiche signore con il cappello rosso, fino a Cal, un ambiguo predicatore.

Quando il corpo di Eva viene restituito dalle onde e un’altra ragazza scompare, Towner capisce di essere precipitata di nuovo nell’incubo di quella calda estate di quindici anni prima. Circondata dalle chiacchiere e dai sospetti, non può fare affidamento che su sé stessa. Ora più che mai tutto dipende da lei. È questa l’eredità che Eva le ha lasciato: scrutare il futuro e distinguere vero e  falso, tra  odio e amore, tra  realtà e sogno. Solo allora  il velo che offusca il suo destino finalmente si solleverà.

 

Sophie Hannah, Non ti credo,  pagg. 450,  euro 18,60

collana: Narratori moderni

Naomi Jenkins convive con i segreti. Ci ha fatto l’abitudine da quando, tre anni fa, le è accaduta una cosa terribile, così umiliante e spaventosa che  ha giurato che non l’avrebbe mai rivelata a nessuno. Da allora non ha più paura di mentire. Adesso è Robert il suo segreto. Si vedono ogni venerdì, sempre alla stessa ora, nella stanza dello stesso hotel. Ma un giorno Robert, di solito così maniacale nella sua precisione, non si presenta. Sembra scomparso nel nulla.

Naomi non ha scelta, deve fare quello che lui le ha sempre vietato: andare a casa sua, capire che cosa è successo veramente. Di Robert non c’è traccia. Naomi sta spiando alle finestre, quando sente una voce chiamarla per nome. È Juliet, la moglie di Robert. Le parla dolcemente, sorride e, anche se non si conoscono, pare sapere tutto di lei e le dice di ‘averle fatto un favore’…  Naomi, spaventata, scappa. E’ diretta alla polizia, convinta che Juliet abbia perso la testa e abbia fatto del male a Robert. A occuparsi del caso sono la sergente Charlie Zailer e il detective Simon Waterhouse. Eppure, dalle prime indagini, Robert non sembra svanito, o almeno questo è quello che dichiara sua moglie Juliet. Ma Naomi non le crede, sa perfettamente che non è così. È disperata...per convincere la polizia a occuparsi seriamente del caso, non le resta che fare quello in cui lei è bravissima: mentire. Naomi accusa Robert di averla violentata. Per lei, che conosce le azioni di uno psicopatico, è facile essere credibile. Ma bisogna fare in fretta. Prima che la violenza metta fine alla verità e alla menzogna.

 

Fanucci

Jonathan Kellerman, Ossessione,  pagg. 384,  euro 18,50

collana Gli aceri

Non l'ho mai detto

Settimo romanzo della scrittrice inglese Sophie Hannah, autrice di avvincenti storie di ossessione e inganni, di...

Pino Cottogni, 5/03/2014

95. La Falsa Novella 8: ancora Maria

Prosegue il viaggio fra i falsi Vangeli inventati dai romanzieri per “condire” i loro thriller: questa volta...

Lucius Etruscus, 10/01/2012

La stirpe di Maria Maddalena

Lucius Etruscus, 22/08/2011