Il suo obbiettivo è quello di rubare ai ricchi. Punto. Si dichiara l'Arsenio Lupin del XX secolo, cos' il suo nome è Lupin III, ed è un vero mago del travestimento, del trucco, della fuga. Suoi fedeli compagni di lavoro sono Jigen, tiratore dalla mira formidabile, e Goemon, impassibile maestro della katana. E poi c'è Fujiko, bellissima; ma lei non fa parte della squadra e ama provocare Lupin anche sul suo stesso campo, quello del furto. Nemico comune è l'ispettore Zenigata, costretto dagli eventi ad assumersi il ruolo del più probabile perdente. Di Lupin III si raccontano in questo volume alcune delle sue più emozionanti vicende, narrate da bravissimi autori italiani; si va da Il violino degli Holmes a L'esperimento di Kopeko. Gli autori sono: Andrea Baricordi, Massimiliano De Giovanni e Massimo Semerano per i testi e Gianmaria Liani, Jacopo Camagni, Andrea Accardi e Sara Colaone per i disegni. Tutto ovviamente, sotto il controllo del grande autore giapponese di Lupin, ovvero Monkey Punch.

 

Anche i destini dei personaggi dei fumetti sono appesi a un filo. Quello di Lupin III, poi, a seguirlo dalle sue origini, è una vera avventura. Il personaggio nasce infatti nel 1967 sulle pagine di un periodico per adulti, firmato da un mangaka, cioè un autore di fumetti giapponesi, che ha scelto uno pseudonimo inglese: Monkey Punch. In quei manga c’è poco di quello che gli odierni appassionati del Lupin III a cartoni si attendono: le avventure sono brevi, delle gag veloci, dal segno dinamico e caricaturale, basate su un umorismo tipicamente giapponese non sempre facile da decifrare per noi. Di certo una delle principali caratteristiche che emerge in questi fumetti è la visibile emozione che Lupin III prova di fronte alle procaci bellezze femminili che l’autore mostra con una certa generosità. Visto il successo del personaggio fumettistico la Tokyo Movie Shinsha, uno dei più celebri studi per la realizzazione di cartoni animati, decide di tentare la carta Lupin. Per un personaggio nipponico, e non solo, passare dai fumetti alla televisione o al cinema, significa allargare enormemente la propria popolarità e il proprio successo.

 

Monkey Punch è lo pseudonimo di Kazuhiko Kato, nato a Hokkaido in Giappone il 26 maggio 1937.

Punch al rum

Trafficanti d'armi, delinquenti di terz'ordine e una bella donna con gli attributi. Questi personaggi compongono uno...

Pino Cottogni, 21/03/2014

Lupin contro Holmes 3: Lupin, chi sei?

Viaggio alle origini del personaggio che osò farsi beffe di Sherlock Holmes, facendo infuriare Conan Doyle ma dando...

Lucius Etruscus, 24/01/2014

La fantasia dello scarafaggio

Mamma Editore presenta il primo volume della collana Kriminal Tango.

Pino Cottogni, 15/03/2012