A luci spente ci accomodiamo per vedere John Wick, quando dalle tende dell’Odeon, sbucano due ciechi col bastone bianco che a tastoni prendono posto al nostro fianco. Li osserviamo sorprese.

“Dici che sarà come ascoltare la radio?” si domanda bisbigliando la mia amica.

Scuoto la testa dubbiosa ripensando al dedalo di scalette e corridoietti appena percorsi nel polveroso cinema del centro e mi chiedo come abbiano fatto e cosa comprenderanno di questo film, dove per il 90% della durata si spara e basta.

Quando ci rivestiamo, dopo 100 minuti di revolverate, ci offriamo di accompagnarli fuori. Durante il tragitto ci chiedono della trama che non hanno capito. Non impieghiamo molto a spiegare che l’ex killer Keanu Reeves si vendica con una strage dopo che gli hanno rubato la macchina e ucciso il cane.

Ci raccontano che nei cinema all’estero vengono distribuiti apparecchi per non vedenti che aiutano a seguire il film. Proponiamo di accompagnarli fino all’autobus che dista 500 metri, ma dicono che non importa. Conoscono la strada.

“Ma ci vedete almeno un pochino?”

“No no, ma sappiamo arrangiarci lo stesso”.

Provo a immaginarmi a girare per Bologna a occhi chiusi senza riuscirci, mi ingarbuglio già con gli autobus anche vedendoci. Mentre si allontanano coi bastoni bianchi sotto il portico, la mia amica non manca di sottolineare “Si arrangeranno anche, ma se non provvedevo io a dargli sciarpa e guanti dimenticati sulla poltrona, mica se ne accorgevano…”. E ci allontaniamo sentendoci più fortunate di quando siamo arrivate.

JOHN WICK - USA 2014 – 100’

Regia: Chad Stahelski.

Con: Keanu Reeves, Michael Nyqvist, Alfie Allen, Adrianne Palicki, Willem Dafoe.

John Wick, ex killer professionista, vedovo da poco, si vede uccidere il cane e rubare la Mustang d’epoca da un malavitoso russo. Da Il giustiziere della notte in poi, l’ennesimo film su un uomo che si fa giustizia da solo, e John Wick è un’implacabile macchina da guerra che non si inceppa mai. Unica idea divertente, tra un botto e l’altro, l’albergo per killer con servizio pulizia cadaveri in camera.

Segui questo American Sniper come un documentario con un Bradley Cooper inquartato con la faccetta ingenua nella sua guerra tra i tetti per coprire le spalle ai commilitoni, giustificato anche a sparare sui bambini quando tentano di lanciare bombe tra le ruote dei blindati. Ti appassioni alle sparatorie e ti annoi con lui nei rientri in patria dove, ancora rintronato dai colpi sparati e dalle efferatezze viste, fatica ad ascoltare la moglie e si sente ormai tagliato fuori da tutto e da tutti.

Il sapere come finirà il film non ti è di conforto.

AMERICAN SNIPER – USA 2015 – 134’

Regia: Clint Eastwood

Con: Bradley Cooper, Sienna Miller, Jake McDorman, Luke Grimes, Navid Negahban, Keir O'Donnell, Kyle Gallner, Sam Jaeger, Brando Eaton, Brian Hallisay, Eric Close, Owain Yeoman, Max Charles, Billy Miller, Eric Ladin, Marnette Patterson, Greg Duke, Chance Kelly

Shadow Sniper

Un potente action thriller dall’autore di "American Sniper"

Lucius Etruscus, 18/07/2019

American Sniper

Il cecchino più letale della storia americana

Lucius Etruscus, 10/10/2018

Dark places – Nei luoghi oscuri

Un nuovo avvincente thriller di Gillian Flynn, già autrice del bestseller de “L’amore...

Pino Cottogni, 9/11/2015