Il conto alla rovescia ha già iniziato a ticchettare, l’edizione numero 16 del Far East Film Festival è attesa a Udine dal 25 aprile al 3 maggio.

Tra gli ospiti d’onore ci sarà Fruit Chan, il più indie dei registi from HK, che presenterà al pubblico il suo ultimo lavoro cinematografico The Midnight After (il talk di approfondimento vedrà impegnato Marco Müller, grande conoscitore del cinema di Fruit Chan). Un’eccentrica e assurda commedia horror-surreale che racconta, metaforicamente, la grande ossessione di Hong Kong per la “data di scadenza”. Ossessione connaturata alla sua paura di scomparire…

16 anni fa Hong Kong attendeva preoccupata di ricongiungersi con la Cina. Allora la data di scadenza era una, una soltanto, senza proroghe: 1 luglio 1997. Oggi, invece, le scadenze sembrano essersi moltiplicate: nella vita come nei film, la lingua cantonese appare superata da quella ufficiale mandarina; l’industria cinematografica locale non è più la stessa, perché deve confrontarsi con le regole del mercato della madrepatria; gli abitanti della città, portatori sani della cultura cantonese e delle sue tradizioni, abbandonano i luoghi storici della metropoli per rifugiarsi in periferia o all’estero. E qui, del resto, gli affitti sono i più costosi del mondo: si vendono appartamenti anche per 100mila euro al metro quadro! Lingua e cultura in scadenza? Case in scadenza? HK è una città in scadenza?

In The Midnight After (a Udine sarà proiettata la versione definitiva, dopo il passaggio al Festival di Berlino), HK appare incredibilmente deserta.

FEFF 16: colpo d'occhio

Un primo bilancio della sedicesima edizione

Sacha Rosel, 6/05/2014

FEFF16: al via il festival popolare del cinema asiatico

Anteprime, tanti ospiti e un film a sorpresa che si preannuncia esplosivo: questo è il FEFF 16!

Sacha Rosel, 25/04/2014

Il FEFF si avvicina

A Udine è in arrivo il Far East Film Festival, e oltre alle proiezioni cinematografiche ci saranno Mercatini, Far...

Redazione, 2/04/2014