Per capire chi sia Federica Marchetti e quanto abbia lavorato con passione in ogni angolo dell’universo in giallo, basta sfogliare la pagina delle sue collaborazioni nel suo sito Il Gatto Nero.

Per parlare delle sue novità in campo editoriale, ThrillerMagazine l’ha incontrata per conoscerla meglio.

      

Prima di tutto iniziamo dalle presentazioni. Chi è Federica Marchetti? Non intendo i dati biografici, ma cosa le fa battere il cuore e muovere la sua penna.

Federica Marchetti, classe 1966: sono una giallista per passione ma non solo. Mi occupo di libri tout court ma anche di serie TV da quando ero bambina. Soprattutto assecondo le mie passioni culturali in modo inconsueto: scrivendo libri su ognuna di esse. È così che sono nate le idee degli ultimi lavori, da Lady Madonna a A proposito di Jane Austen edite dalle Edizioni Il Foglio, a La Signora in Giallo edito da Tabula fati. E sempre per assecondare questa smania di libri sono diventata art director curando e realizzando numerosi eventi che hanno coinvolto tanti autori. Ma se devo dire quando tutto è cominciato occorre tornare al 2000, quando è nato Il Gatto Nero. Da allora è stata tutta un'avventura durante la quale ho conosciuto e incontrato tanti scrittori, editori e giornalisti, imparato tante cose, avuto tante idee. Tutto molto elettrizzante!

    

Raccontaci di più sull’esperienza de “Il Gatto Nero”.

Dopo la tesi di laurea su Léo Malet, per evitare di gettare via contatti, materiale ed esperienze, ho pensato bene di continuare tutto quel lavoro inventandomi una fanzine sul giallo e intitolarla al racconto più celebre di Edgar Allan Poe, creatore del poliziesco. In Italia c’era la rivista Il Foglio Giallo ma una vera e propria fanzine mancava. Nel 2006 è nato l’omonimo sito (www.ilgattonero.it/) e la fanzine cartacea si è trasformata in webzine raggiungendo così un numero più vasto di lettori.

    

Poi è davvero il momento di parlare di “Viterbo in Giallo”.

La rassegna di scrittori creata nel 2010 finora ha avuto solo due edizioni: è stato bello, faticoso ma ora sono impegnata in altro. Il progetto è solo congelato ma credimi cercare fondi non fa per me... sono una solitaria, un’umorale, e anche se mi piacciono le luci della ribalta, preferisco stare in una stanza a scrivere che bussare a porte e cercare soluzioni per tutti. Vado volentieri ospite, incontro ancora più volentieri scrittori e giornalisti, intervengo con piacere per parlare di libri ma organizzare è troppo pesante!

     

Veniamo ai tuoi nuovi lavori. Come è nata la particolarissima idea di una “Agenda in Giallo”?

Intervista a Federica Marchetti

Incontro con l’autrice dell’Agenda del Giallo e di una monografia dedicata alla storica Jessica Fletcher

Lucius Etruscus, 14/10/2013

La signora in giallo

Il nuovo saggio di Federica Marchetti ci parla di Jessica Fletcher

Redazione, 7/06/2013

98. Appuntamento con la morte

Torniamo a parlare della signora più “gialla” della televisione statunitense e di altri ghiotti “pseudobiblia...

Lucius Etruscus, 10/02/2012