«Dove diavolo è Van Helsing quando c’è bisogno di lui?» si chiede Christopher Fowler nel suo “Canti di morte” (Sharper Knives, 1992), a testimonianza che Abraham Van Helsing è fra quei personaggi letterari che hanno preso vita malgrado le intenzioni del loro autore, così come ha preso più volte vita e in varie forme lo pseudobiblion legato a questo personaggio: il suo Diario.

Nel 1897 lo scrittore irlandese Bram Stoker scrive quello che è diventato il suo romanzo più conosciuto: “Dracula”. Il temibile vampiro protagonista ha come acerrimo nemico il professor Abraham Van Helsing («un luminare nel campo delle malattie più strane»: così viene presentato per la prima volta nel romanzo), che aiuterà gli eroi della storia a liberare il mondo dal pericoloso essere. «Van Helsing è il sacerdote del Bene - spiega Vittorino Andreoli in una prefazione del 1998 del romanzo - che qui, dati i tempi, non indossa le vesti di un frate o di un sacerdote, ma l’abito della scienza. E così interpreta bene il periodo in cui l’azione si svolge: il positivismo.»

C’è chi ha voluto vedere nel professore letterario un richiamo a persone esistenti, come il docente ungherese di lingue orientali Arminius (o Armin) Vambery, che nel testo stokeriano risulta essere un amico di Van Helsing; l’oxfordiano Friedrich Max Müller, un altro docente di lingue; altri ancora immaginano che Stoker si sia rifatto a Sherlock Holmes o addirittura a se stesso (ricordiamo che Bram è il diminutivo di Abraham). Forse l’ipotesi più attendibile rimane quella che Van Helsing strizzi l’occhio al dottor Hesselius, creato nel 1872 dalla fantasia dell’irlandese Joseph Sheridan Le Fanu e che creò le basi per i futuri “indagatori dell’occulto”.

Qualsiasi sia l’ispirazione, Van Helsing rimane una potente figura

Agatha Mistery. Il segreto di Dracula di Sir Steve Stevenson

Una lettura da non perdere, in attesa di un nuovo viaggio, di una nuova avventura, di un nuovo intrigante mistero,...

Igor De Amicis e Paola Luciani, 24/01/2014

La dinastia della famiglia Dracula

Un esperto di libri rari, una copia originale del “Dracula” di Bram Stoker: e se non fosse solo una leggenda?

Lucius Etruscus, 11/10/2013

Topolino: Dracula di Bram Topker

Elio Marracci, 18/05/2012