Paure? Non ci sono paure. C'è n'è solo una, quella della morte. Se non ci fosse, non avremmo paura di nulla. E quella convive con me.

Il mio rapporto col cibo è un rapporto da vegetariano.

Mi piace molto mangiare, adoro il cibo cucinato e presentato come si deve.

Cucino e lascio che si cucini per me, ma spesso mi metto dietro ai fornelli a inventare qualche ricetta. Che non sempre riesce, ma talvolta azzecco accostamenti apparentemente improbabili.

Poiché vivo da solo, a mezzogiorno mangio di sfuggita, molta più cura invece per il pasto della sera. Ma quando nel week end arriva la mia amata Simona, allora ci mettiamo particolare attenzione.

Non sono particolarmente goloso. Preferisco il salato, ma non disdegno affatto un buon dolce.

Quando è possibile cerco di evitare fritti. Utilizzo alimenti prevalentemente integrali.

Il mio piatto preferito? Spaghetti ai frutti di mare (cozze e vongole non avendo sangue le mangio senza farmi problemi)

Zero caffè, non mi piace. Tè e tisane quasi tutti i giorni.

Il mangiare lo vedo non solo come alimentazione ma assolutamente anche come cultura. Le tradizioni non basate sul rispetto della vita animale non mi piacciono affatto. Per cui mi batto per cambiarle.

Cerco di conservare il mio corpo il meglio possibile.

Mi piace vestirlo, evitando qualsiasi cosa firmata.

Darkland

Intervista a Paolo Grugni

Fabio Novel, 14/03/2016

Paolo Grugni & Italian Sharia

Lo scrittore deve essere consapevole del suo ruolo, ovvero di essere interprete della società in cui vive. Ma non...

Marilù Oliva, 20/02/2010

Thiene diventa tutta nera

La città vicentina ospita il prossimo weekend una nuova edizione del festival del giallo e nero

Lorenzo Trenti, 26/06/2008