La storica collana Il Giallo Mondadori con il numero 3091 - in edicola in questi giorni - colma una falla nella bibliografia di un’autrice molto curata e molto cara ai suoi lettori: la statunitense Mignon G. Eberhart.

Ecco dunque l’inedito Prigioniera delle ombre (Fair Warning, 1936).

Dalla quarta di copertina:

“Trova Graham...” Sono le ultime parole di Ivan Godden prima di morire accoltellato nella biblioteca della sua lussuosa villa. A raccoglierle dalle sue labbra è la moglie Marcia, ragazza di umili origini condannata a vivere con un uomo ricco e crudele e ora accusata dalle circostanze, perché avrebbe avuto il movente e l’occasione per uccidere il marito. E quando un’altra vittima si aggiungerà alla macabra conta, i sospetti si orienteranno decisamente su di lei. Nonostante l’appoggio di Graham Blakie, il medico di famiglia, certo non l’aiuta il legame sentimentale che la unisce a un vicino di casa. Tutto lascia pensare che, da sola o in combutta con lo spasimante segreto, abbia voluto liberarsi di ogni ostacolo tra sé e un’agiata libertà. Eppure Marcia è innocente, ma chi mai le crederà?

           

L'isola delle ombre

Un perfetto gioco d’inganni da una penna magistrale

Lucius Etruscus, 2/11/2021

Cussler e i tiranni delle ombre

Il nuovo capitolo degli Oregon Files

Lucius Etruscus, 2/03/2021

Il regno delle ombre

Le indagini del commissario Armand Gamache

Lucius Etruscus, 2/04/2020