Nel 1996 una produzione anglo-russo-canadese riporta Harry Palmer in azione con All’inseguimento della morte rossa (Bullet to Beijing). Dei romanzi di Len Deighton è rimasto solo il personaggio e una certa atmosfera disincantata ma il tentativo è meritevole, soprattutto perché ci restituisce, dopo il controverso Cervello da un miliardo di dollari, un Michael Caine nei panni dell’Agente Senza Nome originale, gradevolmente brioso. Lo scenario geopolitico è mutato da almeno cinque anni. La guerra fredda è finita e, apparentemente, quel mondo di spie grigie così caro alla serie.

         

Harry Palmer, invecchiato ma non domo, non dipende più dal colonnello Ross ma è finito nelle grinfie di un altro burocrate che si rivela ancor peggiore. Malgrado i meriti acquisiti nell’epoca precedente Harry è considerato una reliquia, per di più scomoda. Viene così licenziato su due piedi proprio quando, durante un lavoro di sorveglianza di fronte all’ambasciata nordcoreana a Londra, ha assistito a strani maneggi e a un omicidio commesso da una vecchietta con il caro vecchio sistema dell’ombrello bulgaro.

Poiché Palmer è quello che è, non si perde d’animo. Accetta quindi l’incarico di recarsi a San Pietroburgo dove Alex, un facoltoso e ricco personaggio, lo riceve in un palazzo tutto marmi bianchi e cimeli della Russia zarista per affidargli una missione. Recuperare un virus rubato dai laboratori sovietici. Qui, la prima sorpresa. Harry dovrà collaborare con un giovane agente anglo-russo che, narrativamente, rappresenta la necessaria controparte giovane e d’azione della spia in pensione.

          

Jason Statham a novembre

Sarà il nostro Paese a presentare in anteprima mondiale il nuovo film con Jason Statham sul corrotto mondo del...

Lucius Etruscus, 6/11/2014

Caine 4: All'inseguimento della morte rossa

Nello speciale dedicato ai film di spionaggio con protagonista Michael Caine, che Stefano Di Marino sta portando...

Lucius Etruscus, 24/04/2013

Caine 2: Funerale a Berlino

Secondo appuntamento per il nuovo ciclo che Stefano Di Marino ha iniziato nella sua rubrica “Colpo in Canna”:...

Lucius Etruscus, 10/04/2013