Nel 2011, in occasione del centenario della morte di Emilio Salgari (1911), il più grande romanziere di avventura che l'Italia abbia mai avuto, la Fondazione Rosellini, che tutela, promuove e valorizza la letteratura popolare in tutte le sue forme, ha realizzato un prestigioso ed imperdibile volume, in tiratura limitata e di grande formato intitolato "Salgari, salgariani e falsi Salgari" a cura di Franco Spiritelli. Il saggio fondamentale che compone il volume è opera di Massimo Carloni. Hanno collaborato Tiziano Agnelli, Antonio Galassi, Fabio Manini, Adriano Rosellini. Hanno collaborato al compimento delle bibliografie: Tiziano Agnelli, Umberto Bartocci, Alfredo D'Asdia, Stefano Nocentini, Adriano Rosellini. Le illustrazioni di copertina sono di Rino Albertarelli.

Sfogliate l'anteprima e vi precipiterete ad ordinarlo... www.youblisher

Come ci ricorda nel suo sito Massimo Carloni (www.massimocarloni.it), l'autore del saggio più corposo all'interno del volume:

Emilio Salgari, nato a Verona nel 1862 e morto suicida a Torino nel 1911, è senza dubbio il più importante scrittore nel genere avventuroso, per adulti e per ragazzi, che l'Italia abbia mai avuto.

In più di ottanta romanzi e innumerevoli racconti ha percorso con la sua immaginazione tutto il globo, dall'Italia al Nuovo Mondo, dai Poli all'Africa, dall'Oceano Pacifico all'Indiano; e si è spinto nel tempo indietro fino all'antico Egitto e in avanti sino al Duemila.

Da diversi anni è in atto una rivalutazione dell'autore da parte della critica accademica; contemporaneamente, però, i lettori più giovani perdono il contatto con le sue opere, per lo più conosciute attraverso le riduzioni cinematografiche e televisive.

Il volume Salgari, salgariani e falsi Salgari raccoglie:

Premio Salgari 2022

Cerimonia di premiazione del Premio Salgari sabato 26 novembre

Redazione - MS, 24/11/2022

La vera storia di Emilio Salgari

Odoya pubblica un'interessante biografia di Emilio Salgari a cura di Felice Pozzo

Mauro Smocovich, 26/07/2022

Arrivano i Pirati!

«In quei botri c’erano le streghe e i loro incantesimi, i pirati e i bottini che portavano dal mare, i...

Stefano Di Marino, 19/06/2012