Quarto appuntamento con lo speciale dedicato al ciclo 30 giorni di notte e al nuovo episodio, in questi giorni in fumetteria grazie a MagicPress (www.magicpressedizioni.it/): Di nuovo notte.

Oggi incontriamo Claudio Vergnani, l’apprezzato autore di romanzi come Il 18° vampiro, Il 36° giusto ed è ancora in libreria con I vivi i morti e gli altri: tutti targati Gargoyle Books.

Domenica 19 maggio, infine, l’autore sarà presente al Salone Internazionale del Libro di Torino - ore 16,00, pad. 2, stand n. 138 della Gargoyle Books - per incontrare i lettori.

         

Un commento a caldo subito dopo la lettura di “Di nuovo notte”.

Spietato. Immaginifico. Un rullo compressore.

          

Sei un apprezzato autore “vampiresco”: cosa ne pensi dei protagonisti succhia-sangue di “30 giorni di notte”?

Ho avuto l’impressione di creature essenzialmente sadiche ed estremamente dirette nell’infliggere sofferenza. Non ci sono vie traverse nelle loro azioni. Niente bizantinismi o crudeltà sopraffine. Aggressività, ferocia ed efferatezza, le loro carte da visita. Una malvagità pura, con la quale non è possibile scendere a patti. Non sono creature che seducono, sono creature che sbranano. Nessun compromesso, nessuna pietà. Uccidono la speranza, prima ancora che il corpo delle loro vittime. E la fine arriva con un lungo urlo di sofferenza finale.

          

Non trovi che nei fumetti, come nei romanzi, le storie di vampiri godano di maggior libertà espressiva e innovatività rispetto alle loro produzioni cinematografiche?

30 giorni di notte 4: Claudio Vergnani

Intervista all’autore di romanzi vampireschi di successo, presente domenica prossima al Salone Internazionale del...

Lucius Etruscus, 16/05/2013

Niente è come sembra

Un caso aperto, che può rappresentare il giusto riscatto per un ex poliziotto...

Redazione, 20/06/2012

Ogni cosa al posto giusto

Igor De Amicis, 11/10/2011