Libri Come: una breccia nel muro


Autore Messaggio
ThrillerMagazine
Questore
Messaggi: 16777172
MessaggioInviato: Lun 16 Apr, 2012 10:19 am    Oggetto: Libri Come: una breccia nel muro   

Libri Come: una breccia nel muro

Leggi l'articolo.
fidi
Ospite

MessaggioInviato: Lun 16 Apr, 2012 10:19 am    Oggetto: Non c'è nulla di nuovo sotto il sole   

diciamo che la tavoletta iPad e similia, è in realtà un ritorno sofisticato al passato... vi ricordate le tavolette magiche dove si scriveva, poi si tirava una specie di rullo e si cancellava e si poteva riscrivere di nuovo? oppure le tavolette degli antichi Romani dove incidevano la cera e poi la piallavano? Tutto è già stato visto signori... avanti il prossimo!
Lucius Etruscus
Sostituto Curatore
Messaggi: 50
MessaggioInviato: Lun 16 Apr, 2012 3:12 pm    Oggetto:   

Proprio questo ritorno costante di tecnologie già esistenti dovrebbe far capire che è inutile impuntarsi a difendere un particolare "momentum" tecnologico: tutto è passato e tutto passerà, per poi tornare sotto altre forme.
E' stata una morte che ha fatto versare poche lacrime, ma va ricordato che l'avvento dei cellulari con fotocamera ha raso al suolo un business secolare: la Kodak è fallita e tutto il mondo della fotografia su pellicola sta crollando inesorabilmente (com'era già crollato quello su diapositiva). Cos'è cambiato in realtà? Nulla: le foto si facevano prima e si fanno ancora oggi. La tecnologia ha cambiato direzione percorrendo sempre la stessa strada: chi non lo capisce o chi si impunta purtroppo ha partita persa in partenza.
La tavola è la mente, perché la mente vede il mondo piatto come una tavola: il fatto che il mondo non sia piatto non ha importanza, conta solo che la mente lo vede così. Possiamo giocare con il 3D quanto vogliamo, ma la direzione della tecnologia è verso il piatto (vogliamo parlare dell'estinsione delle TV a tubo catodico? Non stavano mica lì da un giorno: erano un hardware storico).
L'avvento del Cristianesimo ha fatto sì che quasi mille anni di tecnologia (quella della scrittura su papiro) svanisse: i nuovi lettori amavano i codici, i libri come noi li intendiamo, e quindi quelli sono rimasti. Dopo duemila anni qualcosa sta cambiando: forse niente, forse tutto. Forse i nuovi lettori amano portarsi in tasca decine di libri digitali, forse il fatto di poter reperire SEMPRE un libro, invece di andare a mendicare in libreria per ottenere un titolo, forse piace di più. Forse il pensiero di evitare che quintali di carta vengano sprecati per libri che vanno fuori catalogo dopo un mese (quindi a tutti gli effetti scompaiono) comincia a diventare fastidioso. Forse, non si sa per ora.
Non bisogna guardare sempre al futuro, ma neanche sempre al passato: né sotto né sopra l'onda, ma sempre cavalcarla.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Commenti sulle rubriche Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum