Ebook,libri e biblioteca


Autore Messaggio
Ivan Piffer
Allievo
Messaggi: 4
MessaggioInviato: Dom 28 Gen, 2007 8:02 pm    Oggetto: Ebook,libri e biblioteca   

Anche se non parlo direttamente di libri, vorrei parlare del libro in quanto oggetto fisico.
Sono sempre stato un amante della biblioteca ed dei libri, ma ultimamente sto scoprendo un altro modo per il mio hobby preferito ... il leggere!
Gli ebook.
Non potranno mai sostituire il piacere del libro e della pagine (profumate) di carta, ma in alcuni casi hanno dei vantaggi!
Di notte sotto le coperte, in viaggio senza voler appesantirsi troppo (dovete ammettere che quando si comincia a portare in valigia piu' di 2 libri in versione NON economica e' dura!).
Che ne dite?
Senza polemica...

Buona lettura a tutti!
web: http://www.ivanpiffer.it
1- Usa lampadine fluorescenti e compatte
2- Usa la macchina il meno possibile
3- Ricicla
4- Verifica la pressione delle gomme dell’auto
5- Non sprecare acqua calda
6- Non comprare prodotti con molte confezioni
Mr Valis
Agente scelto
Messaggi: 126
Località: Bologna
MessaggioInviato: Lun 29 Gen, 2007 9:35 am    Oggetto: Re: Ebook,libri e biblioteca   

L'idea è buona ma a me leggere a schermo, dopo un po', causa un discreto affaticamento oculare.

Mi incuriosiscono di più gli audiobook, una tecnologia ben più semplice. All'estero sono diffusissimi e so che stanno comparendo anche da noi.

L.
Si può scrivere "sopra le righe" solo se sappiamo molto bene dove passano le righe. (Gianfranco Manfredi)
U.Mazzotta
Agente
Messaggi: 69
Località: Napoli
MessaggioInviato: Lun 29 Gen, 2007 10:41 am    Oggetto:   

Devo dire che pur essendo un ipertecnologico, col computer faccio tutto, proprio la lettura mi viene difficilissima, e non solo per un problema di vista (anzi, in questo l'ebook potrebbe facilitare, potendosi ingrandire i caratteri a piacimento). E' proprio che non riesco a seguire i periodi sullo schermo, la lettura non è un procedimento sequenziale: si legge, si torna a una frase precedente, si sfoglia il libro, tutte cose che con un ebook sono meno agevoli. E per lo stesso motivo gli audiolibri, pur incuriosendomi, non mi attirano più di tanto...
Anche "professionalmente", il computer mi è indispensabile in tutte le fasi della scrittura, tranne le revisioni: per quelle ho bisogno della carta stampata Wink
JPRossano
Agente scelto
Messaggi: 104
MessaggioInviato: Mer 31 Gen, 2007 10:03 am    Oggetto:   

U.Mazzotta ha scritto:
Devo dire che pur essendo un ipertecnologico, col computer faccio tutto, proprio la lettura mi viene difficilissima, e non solo per un problema di vista (anzi, in questo l'ebook potrebbe facilitare, potendosi ingrandire i caratteri a piacimento). E' proprio che non riesco a seguire i periodi sullo schermo, la lettura non è un procedimento sequenziale: si legge, si torna a una frase precedente, si sfoglia il libro, tutte cose che con un ebook sono meno agevoli. E per lo stesso motivo gli audiolibri, pur incuriosendomi, non mi attirano più di tanto...
Anche "professionalmente", il computer mi è indispensabile in tutte le fasi della scrittura, tranne le revisioni: per quelle ho bisogno della carta stampata Wink


Concordo pienamente, quoto e sottoscrivo
JP Rossano (http://www.jprossano.com)
dampy
Agente
Messaggi: 60
Località: lodi
MessaggioInviato: Ven 12 Set, 2008 11:12 pm    Oggetto:   

ma volete mettere il fatto di (cronologicamente parlando):

- andare in una biblioteca

- starci le mezz'ore.. appropriandosi di uno spaziettino su una mensolina di almeno 10 cm x 10 dove impilare i libri che ti interessando e dire.. poi dopo faccio una cernita! non succedera mai..alla fine li compri tutti, ti dai dello scemo per i soldi che hai speso ma sei cmq felice

- ne prendi uno..mantenendo quello piu interessante come ultimo per il "gran finale"

- passi le ore nel letto a leggerlo, o su una poltrona, o su una sdraio in giardino, o sul treno per andare all'universita

- lo finisci.. leggi i ringraziamenti anche se nn te ne frega proprio nulla..ma lo fai solo perche ti dispiace metterlo da parte e vorresti nn fosse finito

- lo impili nella tua libreria e prendi quello dopo

- e nn so voi..ma io sono orgoglioso della mia libreria!!!

detto questo..so che nn si porebbe fare.. ma che bello è fare le orecchiette alle pagineeeeeeeeee

in tutto questo nn ho detto come la penso ..Very Happy vabbe si capisce dai
e la porta si aprì su cardini ben oliati..
la vecchia strega
Allievo
Messaggi: 6
MessaggioInviato: Sab 13 Set, 2008 11:09 am    Oggetto:   

OT
Dampy, sarai sicuramente iscritto a aNobii, dove tutti quelli che amano i libri, prima o poi giungono!?!
Se non lo hai ancora fatto, visita il sito
www.anobii.com
OT
dampy
Agente
Messaggi: 60
Località: lodi
MessaggioInviato: Sab 13 Set, 2008 1:03 pm    Oggetto:   

sto compilando ora l ami alibreria..che figata eh
e la porta si aprì su cardini ben oliati..
LadyEder
Agente scelto
Messaggi: 158
MessaggioInviato: Sab 13 Set, 2008 3:11 pm    Oggetto:   

e bravo dampy, concordo in primis xk io odio stare seduta sulla sedia, il libro è un piacere e come tale deve essere accompagnato da un assoluto relax anche del corpo, un letto, una sdraio, una poltrona bella imbottita vanno propio al caso nostro!
anche io sono orgogliosa della mia libreria personale, dice molto di me agli altri, e lascio che gli altri ne approfittino quando vogliono concedendo prestiti vari, purchè non mi restituiscano i libri in briciole!!
ajaiai x le orecchiette!!!!!!!!! io ho una bellissima collezione di segnalibri provenienti da varie parti del mondo, è come un rito x me sceglierne uno diverso ogni volta che inizio a leggere un libro!...il computer mi toglierebbe qest' altro piccolo piacere...
personalmente il libro è e rimane sempre il libro! una volta letto rimane li intorno a te, nella tua stanza, fa parte del tuo mondo...
la morte lascia sempre una traccia...per i vivi
dampy
Agente
Messaggi: 60
Località: lodi
MessaggioInviato: Sab 13 Set, 2008 3:14 pm    Oggetto:   

lady te gia lo conoscevi anobii?
e la porta si aprì su cardini ben oliati..
LadyEder
Agente scelto
Messaggi: 158
MessaggioInviato: Sab 13 Set, 2008 3:22 pm    Oggetto:   

no, cos'è un' altro forum?
la morte lascia sempre una traccia...per i vivi
dampy
Agente
Messaggi: 60
Località: lodi
MessaggioInviato: Sab 13 Set, 2008 4:29 pm    Oggetto:   

tu inserisci il codice isdn dei tuoi libri in sto sito..ti crei un account con l atua libreria visrtuale..puoi vedere quelle degli altri, commentarle..fare in modo che gli altri guardino la tua.. io ci sono iscritto da 3 ore e nn ci ho capito ancora molto pero dev'essere davvero interessante come roba e penso di starci un bel po Very Happy
prova..
www.anobii.com
e la porta si aprì su cardini ben oliati..
LadyEder
Agente scelto
Messaggi: 158
MessaggioInviato: Sab 13 Set, 2008 6:03 pm    Oggetto:   

ma libri di ogni genere?
la morte lascia sempre una traccia...per i vivi
dampy
Agente
Messaggi: 60
Località: lodi
MessaggioInviato: Sab 13 Set, 2008 9:19 pm    Oggetto:   

ogni..gli hai gi adato un'occhiata?
e la porta si aprì su cardini ben oliati..
girasole6819
Ospite

MessaggioInviato: Mar 14 Apr, 2009 6:45 pm    Oggetto: IL DISCEPOLO ED. FRILLI DI D'ERRICO E' SU ANOBII   

Diamo un'occhiata al myspace.com\antoniogderrico per avere piu' informazioni su:
Il Discepolo di Antonio G. D’Errico- 3° classificato giuria popolare al Premio Scerbanenco, 2008 - ti fa immergere in atmosfere oscure e ambigue di una città, Bergamo, notturna e spaventosa. Uno spavento che deriva dall’aria fredda dei monti intorno, dal gelo dell’animo di un branco di ragazzi che per un’allucinazione inconsapevole si trovano a celebrare riti satanici.
La violenza si insinua nei loro animi, a loro insaputa. Qualcuno teme quell’esaltazione, in particolare del capobranco. Altri sperano di dovergliela farla pagare, in un momento più opportuno, non condividendo più tutta quell’esaltazione. E’ un’escalation perversa, sottile, descritta con magistrale arte dall’autore. Un vero maestro, questo D’Errico. La sua scrittura non è spasmodica, anche se avverti ansia e trepidazione. Sembra quasi che avvisi, invece, che lasci spazio al lettore per un’altra soluzione che salverebbe tutti dallo spavento. “A me piace descrivere il bene,” ha detto lo scrittore in un’intervista rilasciata in tv. “Il male lo rappresento, solo per suggerire che la strada da percorrere è esattamente quella opposta”. La suggerisce anche all’interno del libro la strada opposta, spetta al lettore raccogliere gli indizi per fare di questa lettura esperienza propria. Si rivolge ai giovani D’Errico, da vero maestro, pur non atteggiandosi in questo ruolo. E’ il lettore giovane che coglie quest’aspetto, come se trovasse conforto nel corso della lettura nell’anima invisibile di chi ha saputo descrivere con realismo personaggi che potrebbero sembrare usciti da un incubo. Si tira il fiato solo nei momenti di pausa, in cui il protagonista si abbandona alla passione d’amore sfrenata con la protagonista femminile del thriller. E anche quando tutto sembra felicità e piacere, si avverte la sofferenza della minaccia che incombe ancora sui personaggi. Si avverte questa tensione, verrebbe voglia di metterli in allarme, di suggerire loro un altro amore, un’altra felicità. Ma ovviamente è impossibile, i personaggi sono sordi e in preda alla follia del loro destino che deve compiersi ineluttabilmente. Problematico è anche il rapporto del protagonista con la madre, ma questo l’autore non lo risolve, neanche avvisa. Condanna certi atteggiamenti, li esaspera, per farli emergere in tutto il loro scandalo.
Buona lettura, dunque. Siete avvisati.
Si puo' acquistare anche via on line sul sito Feltrinelli, IBS, unilbro e anche su ebay oltre che nelle migliori librerie.
Mostra prima i messaggi di:   
   Torna a Indice principale :: Torna a Parliamo di libri Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora

Vai a:  
Non puoi inserire nuove discussioni in questo forum
Non puoi rispondere alle discussioni in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum